Pizza (margherita, caprese e con la cipolla e scarola)

Parrebbe che la pizza con la cipolla sia una particolarità pugliese.
E' buona e poi è un gustoso modo per alitare sulle persone che non ci piacciono facendole allontanare.
Io oggi ne ho fatta una con la cipolla (che non ho fatto in tempo a fotografare), una margherita e una caprese (mozzarella, rucola e pomodori)
Vediamo adesso come si fa.
Per la pasta della pizza:
250grammi di farina 00, 250grammi di farina di semola, 1bustina di lievito di birra secco, 1 cucchiaino di sale, 300grammi d'acqua tiepida, olio.
Per il ripieno della pizza con la cipolla: 400grammi di cipolle pulite, 300grammi di scarola, olio (circa 8 cucchiai), sale.
In una ciotola mescoliamo le farine, sale, lievito, due cucchiai d'olio e poco alla volta versare l'acqua.
Deve raggiungere una consistenza morbida. Lasciatela lievitare per 2 ore nella ciotola coperta da un plaid o comunque da una coperta.
Per il ripieno della pizza con la cipolla: lavate la scarola e la cipolla sotto un getto d'acqua. In una padella fate soffriggere a fuoco dolce e con poco olio la scarola e le cipolle. Fatele appassire.
Dovete far evapore tutto il liquido delle verdure, quindi cuocete a fuoco vivace per una decina di minuti. Spegnere e lasciate raffreddare il tutto.
Quando l'impasto sarà lievitato, pesatelo e dividetelo in due panetti uguali. Con un mattarello spianate i due panetti, ricavatene una sfoglia e spennellate con l'olio una teglia. Mettete una sfoglia alla base, bucherellate. Aggiungete il ripieno che deve essere freddo. Chiudetelo con l'altra sfoglia e chiudete bene i bordi.
Pensate che adesso sia arrivato il tempo di infornare. E invece no!
Dovete infatti lasciar lievitare ancora per un'ora.
Se state pensando che avreste fatto prima ad andarvela a comprare... Beh forse avete ragione.
Dopo questi sessanta minuti, spennellate la superficie della pizza con un po' d'olio e cuocete in forno pre-riscaldato per 40 minuti a 180°.
Quando sarà cotta, aspettate che si raffreddi completamente e tagliatela a pezzi.
Taglierete a pezzi poi anche la vostra socialità, visto l'alito che vi troverete.
Per le altre pizze invece, basterà stendere l'impasto e condirla con un po' di passata di pomodoro, olive nere e mozzarella (metteremo la rucola alla fine) e la margherita uguale, ma senza olive e senza rucola.




8 commenti:

Ely ha detto...

La mia stellina, quanto è brava! <3 Ma dico, che capolavoro hai fatto?? E poi se davvero ha il potere di tener lontana la gente allora ultimamente mi devo attrezzare!!! :D ahah, sei mitica e ti voglio un bene... che lievita <3 Buona settimana tesoro!

Raffaella Russo ha detto...

Un blog che ti fa sorridere al primo sguardo e ti mette di buon umore alla prima lettura!
Grazie Mirty per il tuo pensiero e complimenti per la tua bella pagina! ^_^

Cuoca Pasticciona ha detto...

Deliziosa!! La pizza è sempre la pizza :)
A presto!
http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

Loredana ha detto...

Se le cipolle hanno quel potere, l'aglkio di più!
Ogni cvolta che il maritino esagera a me tocca dormire con la maschera antigas...forse potrei ripagarlo con la stessa moneta e farmi una scorpacciata di pizza con le cipolle! ;)

Ma Mirty non sente caldo? ;)

Mirty Quibibes ha detto...

Ely: ahahahah!
sei fantastica <3 ti voglio bene <3

Mirty Quibibes ha detto...

Raffaela Russo: Graaaazieeee! Troppo buona, arrossisco!
Baci!

Mirty Quibibes ha detto...

Cuoca Pasticciona: :DD Grazie!

Mirty Quibibes ha detto...

Loredana: ahahahah! sì, ti consiglio taaanta pizza alla cipolla :D
Più che caldo credo che sentirò un mancamento. Ma all'arrivo della bolletta della corrente (aria condizionata a palla e forno acceso di continuo. Evviva l'etica e il risparmio d'energia -_- )