Tarallini pugliesi originali!

Respiro. Respiro quindi dovrei esser viva. Dovrei!
Sono parecchio impegnata in questi giorni e lo sarò per i prossimi. Ma nonostante questo come rinunciare alla preparazione di qualche buon piatto ma soprattutto come resistere a voi? E a proposito, come state?
Sono a Firenze ma la saudade della Puglia si sente. E in questi giorni di pranzi insani e fuori casa, mi sono chiesta perché qui continuo a comprare il pane sciocco.
Ad ogni modo, mi sono fermata e mi sono detta: ci vorrebbero dei crackers, o meglio, dei tarallini!
La cosa buona di quest'alimento è che si può accompagnare anche a zuppe, o a insalatine, o mozzarelline, o come aperitivo con un buon vino, o semplicemente da soli come spuntino.
La cosa cattiva è che sono una dipendenza in pieno stile. E quando dopo i primi bevi l'acqua, allora è davvero finita. Statisticamente ne continui a mangiare uno dopo l'altro, come se fosse aria, anche se dentro qualcosa ti dice di smetterla non ce la fai. Quindi il mio consiglio è: fatene una teglia, mangiate, offrite e poi aspettate un po' a farne altri (o a comprarne), anche perché necessitano di molto tempo per la preparazione.
Secondo la tradizione, i tarallini pugliesi dovrebbero esser preparati proprio così.
Ecco come farli.
Per averne più o meno 50 basta avere in dispensa poca, pochissima roba:
500 gr. farina 00 il Molino Chiavazza ;
150 gr. di vino bianco;
125 gr. di olio extra vergine d'oliva;
1 cucchiaio di sale;
semi di finocchio (o peperoncino).
Mettete il vostro grembiulino, legatevi i capelli e armatevi di pazienza.
Setacciate la farina e mettetela a fontana.
Aggiungete piano piano l'olio e il vino bianco che avrete precedentemente intiepidito sul fuoco. Incorporate anche il sale e i semi di finocchio. Impastate, impastate, impastate. Quando l'impasto è ben sodo e omogeneo mettetelo a riposare per almeno mezz'ora e giacché ci siete riposatevi anche voi per una trentina di minuti. Formate i tarallini (se trovate volontari tanto meglio, così finite in tempi ragionevoli!).
Una volta pronti tutti, immergeteli in acqua bollente e lasciateli cuocere finchè non risalgono a galla. Sì, tipo ravioli. A quel punto potrete ritirarli con la schiumarola e appoggiarli su un panno ad asciugare. Quando sono asciutti, adagiate i tarallini su una teglia e infornate a 200°. Lasciate cuocere per almeno 20 minuti finché non sono dorati e croccanti.


Ovviamente più siete precisi e tentate di renderli tutti pressocchè uguali più vi diranno: "Oh ma guarda ma cavolo ma accipicchia ma sono buoni ma poi sono pure tutti uguali!" ma in fondo, chissenefrega, nello stomaco tanto è tutto buio.






Buon appetito!

37 commenti:

andarmangiando ha detto...

non avevo idea che prima che in forno andassero cotti in acqua...

Laura ha detto...

Sono fantastici....li faccio spesso e si finiscono talmente in fretta.....Baci e buona serata

L'oca bonga in cucina ha detto...

Ciao Mirty, in effetti hai ragione nello stomaco è buio buio e nel mio ancor di più! :D Però sono veramente belli tutti in fila tutti uguali..bravissima mi cimenterò anche io prima o poi!!

SONIA ha detto...

Già il nome del blog promette bene ^_^ il luogo dove di sicuro non ti trovo è lo stesso che non frequento io, sono una bruttissima persona pure io e nonostante ciò ho deciso di seguirti aggiungendomi tra i tuoi followers, senza contare che ti ho inserita alla mia blogroll...saranno i troppi Martini a rendermi così buona ;)))
Buona serata e a presto
A Tarallucci e vino (Martini meglio) non so dire di no!

Lu.C.I.A. ha detto...

Ciao!
Ho solo una cosa da dirti:
SEI SIMPATICISSIMA!!!
Leggendo i tuoi post non potevo far a meno di ridere.... e poi, le tue ricettine sono fantastiche... questi tarallini io li adoro... e da come hai descritto il tutto non sembrano poi tanto difficili.... voglio provarli!!!
Intanto per non perderti mi iscrivo al tuo blog!

Ciao!

Ka' ha detto...

Mammaia i tarallini, uno tira l'altro pucciati nel vino poi, i tuoi sono bellissimi,tutti uguali...Bacioni!

tittina ha detto...

che brava che sei, anche i taralli sai fare!!!bacione Tittina

Mirty Quibibes ha detto...

@andarmangiando: Anche io quando lo scoprii non ci credevo! E invece... :D
A presto, abbracci!

Mirty Quibibes ha detto...

@Laura: Io li finisco anche prima di in fretta! :DD
Baci!

Mirty Quibibes ha detto...

@L'oca bonga in cucina: Il segreto è farne bene bene una decina (da fotografare e/o impiattare! :D Brava, provaci un pomeriggio che non sai che fare!
Grazie e un bacino!

Mirty Quibibes ha detto...

@SONIA: Ahahahahah!
Le cose che abbiamo in comune sono 4860 come direbbe Silvestri, allora! :D
Grazie e a prestissimo!
Baci!

Mirty Quibibes ha detto...

Lu.C.I.A. : Ma grazieeeeeeee! Sono proprio contenta di averti strappato sorrisi e risate :D
Sei molto gentile, grazie ancora!
Baci!

Mirty Quibibes ha detto...

@Ka': Vale la stessa cosa scritta precedentemente: una decina fatti molto attentamente e gli altri più grossolanamente! Anche perché la pasta che vi troverete sarà tanta eh!
Comunque grazie mille e bacini!

Mirty Quibibes ha detto...

@tittina: Ahahah grazie! :D Baci!

Angela ha detto...

questo tuo blog è stata una scoperta recente, e devo dire che appena posso ci faccio un salto: riesci a strapparmi sempre una risata! mi segno la ricettina dei taralli, è una vita che li voglio provare! un bacione

I sognatori di Cucina e nuvole ha detto...

Da brava barese quale sono, li conosco molto bene i taralli, ma è tanto che non li faccio proprio per il tempo che portano via, li compro e faccio prima! Ma quelli fatti in casa sono sicuramente meglio...mi hai fatto venire voglia di rifarli.
Ale

Le Ricette di Tina ha detto...

voglio provarci anch'io!!favolosiiii graziee!!!!buona giornata

Claudia ha detto...

Mi piacciono molto.. se la ricetta è original.. la copio!!!!!!baci e buona giornata :-)

Anonimo ha detto...

eh no ma cosi mi viene nostalgia di casa! che buoni!!

http://frogghina.giallozafferano.it/ ha detto...

ma sei stata bravissima!!!e' una ricetta che mi devo segnare perche' anch'io adoro i taralli e questi sono fantatstici a dir poco e poi sai cosa contengono non come quelli che si comperano in sacchetti

Fullina ha detto...

Uno tira sempre l'altro... buonissimi!!! BACI

Mirty Quibibes ha detto...

@I sognatore di cucina e nuvole: Evviva la Puglia, allora! :D
Ciao Ale, a prestissimo! :)

Mirty Quibibes ha detto...

@Le Ricette di Tina: Bacioni tesoro!

Mirty Quibibes ha detto...

@Anonimo: Eh, non dirlo a me! ;)

Mirty Quibibes ha detto...

@Frogghina: Infatti!! Un bacio cara!

Mirty Quibibes ha detto...

@Fullina: Eh, non dirlo a me. Già quasi tutti finiti! :P

TINA ha detto...

davvero ottimi una ricetta da provare non li ho mai fatti baci!!!!

Passiflora ha detto...

nn sapevo del passaggio in acqua bollente! bene, da fare.
carinissimo il tuo blog e i tuoi disegni :)
grazie della visita!

Mirty Quibibes ha detto...

@TINA: Te li consiglio! :D
Bacissimi!!

Mirty Quibibes ha detto...

@Passiflora: Grazie mille a te! ;)

Le Ricette di Tina ha detto...

Buongiorno tesoro!!ti auguro una buona giornata!kisss

grazia in cucina ha detto...

ciao anche tu pugliese...io vengo dal gargano ma ora abito in emilia ...anch'io li ho preparati in alcune occasioni e uso la tua stessa ricetta..infatti uno tira l'altro....ciao e buona giornata

Afrodita ha detto...

Ciao Mirty, mi piace molto il tuo modo di scrivere, così diretto e brioso! Mi hai fatto ridere con la storia dei post in differita :) E mi sono scompisciata (si può dire?) quando hai detto che tanto anche se i tarallini non sono tutti uguali non importa perché nello stomaco è tutto buio! Ma come ti vengono! :)) E poi i disegni sono deliziosi... Ma hai anche il piatto decorato??? Un abbraccio, Cat

Mirty Quibibes ha detto...

@Le Ricette di Tina: Ciao carissima! Grazie! Bacio e buona serata!

Mirty Quibibes ha detto...

@grazia in cucina: Evviva! :D Anche io sono del Gargano!
Grazie e buona serata! Baci pugliesi!

Mirty Quibibes ha detto...

@Afrodita: Maccchettulosài che sei gentilissima?? :D Grazie mille, mi riempi di gioia se mi dici così :)
Sì, quel piatto era decorato... Una Mirty Chibibì adagiata :D
Ancora grazie e bacini!

Anonimo ha detto...

Troppo carini i piatti con quel disegnino particolare :D
E troppo buoni i tarallini pugliesi, li adoro <3

Danny