Galluccio ripieno e felice Ferragosto!

Mi stavo illudendo che tutti questi anticicloni Minosse, Lucifero, Circe, Ulisse, Barbra Streisand, fossero terminati e invece eccoci qua, a patire ancora il caldo torrido di quest'estate duemiladodici. E questo caldo non incoraggia chi, come me, deve affrontare i preparativi per il pranzo di domani.
Da noi, un paese pugliese in provincia di Foggia, è tradizione mangiare il "galluccio ripieno". Una ricetta truce e lunghissima, ma si sa, bisogna preparare tanto cibo quando ci sono i parenti perché così avendo la bocca piena hanno poco tempo per parlare (studierò meglio quest'idea, ma penso proprio possa avere un fondamento scientifico dimostrabile).
Ok, allora imbocchiamoci, ehm no, volevo dire, rimbocchiamoci le maniche e cominciamo.
Ingredienti: un galluccio di circa 1 kg, 200 gr di mollica di pane, 1 uovo, prezzemolo tritato, 100 gr di parmigiano grattugiato, qualche pinolo e un po' di uvetta, 1 spicchio d'aglio, 50 gr di caciocavallo a fette, olio d'oliva, sale, pepe. Evviva i secondi leggeri pugliesi. Ad ogni modo, cominciamo.
Svuotiamo il galluccio e soffriggiamo (il mondo è bello perché c'è il soffritto) a parte il fegato e lo stomaco (l'allegro chirurgo sarà pur servito a qualcosa). In una zuppiera amalgamare tra loro il pane bagnato e ben strizzato, il parmigiano, l'uovo sbattuto, l'aglio a fettine, sale e pepe, le fette di caciocavallo, l'uvetta, i pinoli, il trito di fegato e stomaco (sì, dobbiamo tritarli. Tarantino sarebbe felicissimo). Lavato e successivamente asciugato il galluccio, oliarlo all'interno e inserirci il ripieno. Cucire il taglio della pancia (no, non vale lo spago da cucina fuxia o con fantasie animalieur), mettete in una pirofila e infornate a 180 gradi insieme a patate sbucciate. Oliare, salare e pepare ancora.
Aspettate un'ora e alla fine spolverate le patate con l'origano.
Buon appetito, mie care belle personcine!




10 commenti:

Ely ha detto...

Ahah, ogni volta che passo da te mi fai sorridere :) Devo trovare assolutamente un galluccio da farcire, per evitare le chiacchiere dei parenti; devo assolutamente trovare un allegro chirurgo (urge una ripassatina, non sia mai che farcisco cose scomode..) e poi.. l'anticiclone Streisand lo vorrei vedere! :) Sei una forza. Un bacio grandissimo e passa un ferragosto meraviglioso, come te :)

Lara Bianchini ha detto...

allora mirty, doveroso dire che con i capelli ricci e l'aria sbarazzina sembri proprio deliziosa, altrettanto doveroso dare credito alla tua idea dei parenti muti e masticanti (io ne ho alcuni però che riescono a parlare anche a bocca piena), ma il galletto al forno??? con 900° all'ombra? Donna coraggiosa

Mirty Quibibes ha detto...

Come si fa a non adorarvi? :) <3

Tantocaruccia ha detto...

Cara Mirty, buon Ferragosto a te! E col tuo galletto sta certa che non parla più nessuno:D (da me non c'è la tradizione di fare pranzi con parenti a FErragosto...)
Un bacione bella, con quei capelli al vento sei molto jolie;)

Norma Maroe ha detto...

hhahahaha sto morendo (metaforicamente) sei mitica Mirty :) Io sto facendo la foresta nera per domani :) Dici che l'anticiclone s'offende? Che piacere aver scoperto il tuo blog!

Mariabianca ha detto...

Piacere di conoscerti....mi sono appena "spulciata " il tuo blog.

speedy70 ha detto...

Sei troppo forte cara Mirty!!!!!! Buon ferragosto!

Valentina ha detto...

Il tuo blog e' fantastico, sei troppo forte :-D grazie per essere passata da me ed esserti aggiunta ai lettori fissi! L'ho fatto anche io e ti seguiro' molto volentieri! A prestissimo e complimenti :-)

mimi ha detto...

Forte Mirty! Sono super contenta di averti scoperta..ricette e risate! Non posso che unirmi subito ai tuoi followers anche perchè mi pare che in palestra non ti troverò mai:)

Mirty Quibibes ha detto...

Grazie mille!!!! :***